Crea sito

Ecco spiegato il mistero del sapone scomparso

Come molte studentesse e studenti del liceo Curie avranno notato, si è verificata in questo periodo una carenza di prodotti per le pulizie nei bagni. Dopo essersi liberati delle scorie in eccesso, i ragazzi sono soliti avvicinarsi al lavabo e trovare accanto a sé una congrua quantità di sapone per le mani, necessaria al mantenimento di un buono stato di igiene. Tuttavia recentemente sembra che questo utile prodotto scarseggi: molte sono state le lamentele degli studenti, poche e vaghe le risposte degli addetti alle pulizie.

Dopo numerose richieste abbiamo deciso di intervenire e far partire una vera e propria indagine sull’argomento, partendo dall’intervistare i professori (come mai nel loro bagno c’è il sapone e nel nostro no?) e finendo per spiare le bidelle nell’adempimento dei loro servizi di pulizia quotidiani. Anche il preside è stato pedinato, ma quest’ultimo inseguimento non ha dato gli esiti sperati.

Le indagini ci hanno infine indotto a sospettare del personale ATA, una presenza costante al liceo, responsabile dei bagni, che inoltre ha sempre cercato di evitare le nostre domande. Abbiamo pertanto posizionato dei microchip sotto le loro scrivanie e, grazie ai nostri hacker, abbiamo ottenuto il controllo delle telecamere di sorveglianza della scuola.

Il mistero è stato dunque svelato: nella notte tra il 9 e il 10 febbraio 2019, le bidelle avrebbero festeggiato uno schiuma party.Messe di fronte al fatto compiuto, le stesse hanno ammessofinalmente la verità. Si deciderà ora se mettere la questione al voto: domani avverrà la consultazione online che stabilirà se portare o meno il caso in tribunale.

Elena Colombo