Crea sito

UNA SETTIMANA DI GRANDE VOLLEY

Una settimana piena di grandi incontri con le big che hanno dato spettacolo

La settimana appena trascorsa è stata una delle più emozionanti e interessanti per tutti gli appassionati del volley: grandi squadre e grandi giocatori si sono affrontati a viso aperto sul campo per conquistare punti fondamentali in ottica play-off che ormai, conclusosi il girone d’andata, iniziano ad avvicinarsi sempre più. Ad aprire le danze è stata la sfida del PalaTrentro di sabato 5 gennaio: si sono date battaglia, da un lato, la formazione di Trento, recentemente laureatasi Campione del Mondo nella sfida tra i club, che nel campoionato italiano occupava la seconda posizione, dall’altro, la formazione di Perugia, prima in classifica che l’anno scorso si è resa protagonista di uno storico triplete (Supercoppa Italiana, Coppa Italia, Scudetto). Numerosi erano i campioni presenti sul taraflex: Leon, lo schicciatore forse più forte del momento, quest’anno in forza alla formazione umbra, Kovacevic, il vero trascinatore della formazione dolomitica, De Cecco e Giannelli, due tra i più grandi registi del momento, Grebennikov, il libero più forte al mondo, Lisinac, uno dei centrali più fisici in circolazione, Atanasijevic, un combattente nato. Al termine di una partita affascinante, molto equilibrata, giocata sul filo del rasoio, ad avere la meglio è stato Trento che con un perenterio 3-0 si è imposto su una Perugia mai doma, arresasi solo dopo un terzo set conclusosi 35-33. Con questo risultato la formazione di casa, spinta dal grande pubblico accorso al palazzetto, è riuscita ad ottenere il primato in classifica scavalcando proprio la formazione perugina. Lo spettacolo è proseguito poi l’indomani, durante la festa dell’Epifania, con la sfida tra Civitanova, terza forza del campionato, e Verona, rinforzatasi ulteriormente con l’arrivo dello schiacciatore Kazijski. Davanti al proprio pubblico, la formazione marchigiana è riuscita ad avere la meglio su quella avversaria solo al tie-break dopo una gara molto equilibrata e di grande spessore tecnico. Mercoledì è poi toccato al volley rosa dare spettacolo al mondo della pallavolo: nel primo turno infrasettimanale di questo 2019 ricco di sfide, si sono affrontate, come nel campionato maschile, le due formazione in testa alla classifica, Novara, la regina d’inverno del campionato femminile capitanata dall’eterna Piccinini, e Scandicci, sua più temibile inseguitrice guidata dalla solidissima Bosetti. Grandi trascinatrici delle due squadre sono state, però, le due giovani opposte: per la formazione toscana la classe ’99 Isabelle Haak, autrice di ben 37 punti, per quella piemontese la grande stella del movimento azzurro, Paola Egonu, classe ’98, mattatrice di giornata con ben 44 punti. Al termine di una vera e propria maratona pallavolistica durata quasi due ore, Scandicci è riuscita a spuntarla al tie-break su una Novara che pure poteva contare sul supporto del pubblico casalingo. Malgrado la vittoria di Bosetti e compagne, non ci sono stati cambiamenti in vetta alla classifica ma ora la formazione inseguitrice è distante da Novara di un solo punto: la corsa al primo posto è ancora tutta da decidersi col possibile inserimento anche di Conegliano, campione d’Italia in carica e vincitore della Supercoppa. Nel posticipo della seconda giornata di ritorno, giovedì, alla Candy Arena di Monza, dove per l’occasione si trovavano alcuni studenti del Curie per il progetto di alternanza scuola-lavoro, è andato in scena il derby lombardo tra la Saugella Team Monza, quarta forza del campionto, e la Unet E-Work Busto Arsizio, sua diretta inseguitrice. Al termine di una sfida tanto interminabile quanto avvincente conclusasi al quinto set, è riuscita a spuntarla la formazione bustocca guidata da un’impeccabile Alessia Orro in cabina di regia, premiata a fine partita come MVP dell’incontro, che è riuscita a gestire al meglio le sue attacanti. Con questa vittoria, la formazione di Busto si è portata ad un solo punto dal quarto posto in classifica accendendo ancora di più la rivalità fra le due squadre. Per terminare questa settimana di grande pallavolo, questo sabato, nell’anticipo della quarta giornata di ritorno, si sono scontrate in campo maschile Perugia, scecsa ormai al secondo posto in classifica, e Civitanova, ancora ferma al terzo posto in classifica. Dopo una sfida giocata sul filo dei nervi, a far saltare il banco è stata la formazione umbra dimostratasi sempre più cinica e concreta nei momenti decisivi della partita. Con questo 3-1 ai danni della formazione marchigiana, Perugia ha riconquistato il primo posto provvisorio in classifica, che però oggi pomeriggio la formazione trentina avrà subito modo di riconquistare, mentre Civitanova mette a rischio il suo terzo posto, che Modena potrebbe ottenere oggi in caso di vittoria al Mediolanum Forum di Assago contro la Revivre Milano che però potra contare su un palazzetto sold-out pronto a spingerla e ad incitarla pallone dopo pallone. Per il momento dal mondo della pallvolo è tutto. Stay tuned!

Samuele Oltolini